L’azienda Fontezoppa, una forte dichiarazione di volontà, già nel nome, che pur se “aspro”, lega all’antica fonte che era lì dove oggi sono i vigneti.
Una volontà tenace di legame ai nomi, alle sensazioni, ai ricordi che quelle terre e quegli spazi evocano, persino alle storie che si raccontano da sole, nella memoria di chi, da quella terra sa di aver avuto sostanza e anima.
Fontezoppa oggi è il risultato di un progetto che non vuol considerarsi compiuto, ma che ha trovato forma in una cantina, in cui l’essenzialità cerca di mostrarsi come semplice armonia, dove il cemento, il legno, l’acciaio e persino le barriques sembrano essere da sempre lì, tra quelle vigne che ogni giorno mutano, da tralci scarni, a gemme, a teneri verdi che si ripetono simmetriche lungo la collina.

Le colline di Civitanova Alta ospitano vitigni Sangiovese, Cabernet Souvignon, Ribona, Incrocio Bruni , Passerina e Pecorino, mentre a Serrapetrona, vicino ai Monti Azzurri sono prevalenti Pinot nero e Vernaccia nera.